COMUNICATO STAMPA

 

 

San Remo, 29 gennaio 2006

 

Convegno: TRA GLOBALIZZAZIONE E DIRITTO INTERNAZIONALE

I Diritti Negati: il Blocco contro Cuba.

 

 

     Si è svolto ieri nel pomeriggio a San Remo, nella sala conferenze di Villa Nobel, gentilmente concessa dalla Provincia, un incontro su Cuba e l’America Latina e le implicazioni rappresentate dalle violazioni del diritto internazionale.

Ha partecipato un pubblico folto  che ha ascoltato con interesse per diverse ore le relazioni degli oratori tra i quali il rappresentante dell’Ambasciata di Cuba in Italia, Hugo Ramos, il giornalista Fulvio Grimaldi, l’on. Giuseppe Rainisio, l’assessore regionale Enrico Vesco, l’assessore del comune di San Remo Andrea Gorlero ed il sindacalista Claudio Porchia, che hanno dato rappresentanza alle varie opinioni ed ai vari schieramenti politici presenti sul territorio.

A nome della Provincia ha portato il saluto il consigliere Mario Spalla, seguito da altri importanti rappresentanti di enti ed associazioni del territorio.

Ne è seguito un dibattito che ha ulteriormente approfondito le tematiche relative a Cuba soprattutto per quanto riguarda la dilagante disinformazione su quella realtà, sui suoi problemi ed in particolare sul blocco illegale imposto dagli Stati Uniti d’America da 46 anni per contrastare una libera scelta dell’isola per un proprio modello di sviluppo e di assetto sociale e politico.

Il tema si è poi allargato attraverso vari interventi al resto dell’America Latina, che oggi sarebbe meglio chiamare IndioLatina, per la significativa presenza emergente della realtà indigena, come dimostrato recentemente dalla vittoria elettorale di Evo Morales, primo presidente indio della Bolivia.

Il pubblico è intervenuto con domande e con espressioni di opinioni che hanno ulteriormente arricchito il dibattito, spaziando dai diritti negati all’Isola di Cuba attraverso il blocco economico a quelli del popolo palestinese, alla situazione irachena e senza dimenticare l’orrore degli stermini perpretati dal nazifascismo contro zingari, ebrei, portatori di handicap, comunisti, omosessuali ed altre categorie di persone.

E’ stato quindi approvato un documento unitario contro il blocco a Cuba, con l’impegno di sensibilizzare sull’argomento gli Enti Locali e la cittadinanza tutta.

Si può quindi dire che l’iniziativa è stata coronata da un autentico successo, anche perchè per la prima volta si è presentato al pubblico di San Remo e della provincia il Comitato di Coordinamento per l’Aiuto a Cuba, che è stato il promotore dell’attività.

 

Gio Batta Prevosto (Titen)